Premio Parchi delle Stelle

 

La protezione della natura, soprattutto nelle aree soggette a forme di tutela, come i parchi e le riserve naturali, ha bisogno di una difesa più ampia, possiamo dire con uno slogan, “a trecentosessanta gradi”, che superi gli orizzonti fino ad ora considerati. I parchi e le riserve non hanno solo il compito di tramandare alle future generazioni le oasi naturali, ma anche di proteggere tutti gli aspetti di interesse ambientale in esse presenti. E tra questi, oltre alle peculiarità botaniche, zoologiche, geologiche, storiche e antropiche, vi è anche l’altra metà del paesaggio, cioè la volta celeste.

Soprattutto all’interno delle aree naturali di grandi dimensioni, isolate dalle zone abitate, vi è la possibilità di riscoprire il vero aspetto del cielo notturno, quel firmamento popolato da migliaia di stelle, che idealmente fa parte della lista del Patrimonio dell’Umanità.
Il cielo vero, dove si possono vedere oltre tremila stelle, è ormai osservabile soltanto dai luoghi veramente bui, sempre più scarsi nei Paesi densamente abitati e illuminati da fonti inutilmente dirette verso l’alto.
Per ricordare che i parchi naturali sono anche delle “oasi di buio”, e in quanto tali meritano di essere protetti dall’inquinamento luminoso, è stata lanciata l’iniziativa dei “Parchi delle stelle”.

Dal 1993 l’idea dei “Parchi delle stelle”, su proposta dell’Osservatorio Astronomico Serafino Zani e dell’Unione Astrofili Bresciani, ha lo scopo di promuovere, tra le aree naturali protette, la valorizzazione del paesaggio notturno. L’idea si è concretizzata attraverso l’organizzazione di serate astronomiche, che ormai hanno luogo in diverse aree naturali, e l’individuazione di siti astronomici, a volte attrezzati con strumenti per accogliere gli appassionati osservatori del cielo notturno, e, inoltre, con l’adozione, nei piani di tutela del territorio, delle norme antinquinamento luminoso e di tutto quanto può servire per proteggere il buio della notte.
In occasione della ricorrenza dei primi vent’anni dalla nascita dei “Parchi delle stelle”, l’Osservatorio Astronomico Serafino Zani bandisce la prima edizione dell’omonimo concorso, destinato alle aree protette italiane, allo scopo di promuovere le iniziative su questo tema.
Per partecipare al concorso, destinato ai parchi e alle riserve naturali, è necessario documentare le azioni di tutela e di promozione contro l’inquinamento luminoso, attuate in una determinata area protetta. A tale scopo alla segreteria del concorso possono pervenire i seguenti documenti:

Depliant o qualunque altro tipo di stampato e pubblicazione, destinato ai visitatori del Parco, dedicato al tema dell’inquinamento luminoso, meglio ancora se contenente dei riferimenti all’area in oggetto.

Fotografie, disegni e progetti relativi alla realizzazione di pannelli informativi, installati o da installare nel parco che concorre al premio, dedicati al tema dell’inquinamento luminoso nei parchi e, quindi, ai “Parchi delle stelle”.

Documentazione relativa alla sezione allestita in un centro visitatori o in una mostra del parco dedicata al tema dei “Parchi delle stelle”.

Eventuali altri documenti sulle iniziative astronomiche o a tutela del buio realizzati dal parco.

La documentazione su una o più di queste iniziative va inviata alla segreteria del concorso entro il 31 agosto di ogni anno. Una apposita commissione nominata dall’Osservatorio Serafino Zani esaminerà la documentazione pervenuta e deciderà in merito all’assegnazione del premio e alle eventuali menzioni. Le scelte della giuria verranno comunicate in occasione dell'annuale Giornata contro l’Inquinamento Luminoso. Al parco vincitore verrà assegnata la targa “Parco delle stelle anno ......”. Le iniziative meritevoli di menzione verranno segnalate nel sito www.parchidellestelle.it

Il premio avrà cadenza annuale.

La documentazione per partecipare al concorso va inviata al seguente indirizzo:
Osservatorio Astronomico Serafino Zani - via Bosca 24 - 25066 Lumezzane (Bs) - tel. 030-872164, 030-872545, mail: [email protected]


Scheda di partecipazione al premio “Parchi delle Stelle"


Nome del Parco o della riserva ……………………………………………………………………………………………

Indirizzo…………………………………………………………………………………………………………..

Comune…………………………………………………………..C.A.P…………………………………….

Telefono………………………………………Mail…………………………………………………………..

Referente………………………………………………………………………………………………….

Descrizione materiali allegati……………………………………………………………………….…………………………………………………………………………………………………………………………

Data …………………………………………………………………………………………

Autorizzo l’Unione Astrofili Bresciani e il Centro Studi Serafino Zani al trattamento dei miei dati personali in conformità a quanto previsto dal Codice in materia di protezione dei dati personali (Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196).

FIRMA …………………………………………………………………………………