Concorso fotografico "Parchi delle stelle"

 

BANDO DEL CONCORSO FOTOGRAFICO

(Edizioni Precedenti)

 

L'osservazione del cielo stellato è sempre più disturbata dall'inquinamento luminoso, cioè da quelle luci, non opportunamente schermate, che inutilmente rischiarano la volta celeste. Il vero aspetto dell'altra metà del paesaggio notturno, che nelle notti di novilunio si affolla di migliaia di stelle, ci appare soltanto in quei luoghi naturali lontani dai centri abitati e dalle fonti di inquinamento luminoso.

Le aree naturali protette, soprattutto in Paesi densamente popolati come il nostro, sono i luoghi dove anche le generazioni future potranno riscoprire il vero aspetto del cielo notturno caratterizzato dalla visione della Via Lattea. Queste aree protette sono i "Parchi delle stelle" dove i visitatori sono invitati a tornare nelle ore notturne per ammirare il firmamento. In particolari occasioni, soprattutto in estate, vengono organizzate delle serate astronomiche dedicate al riconoscimento delle costellazioni e all'osservazione degli astri al telescopio.

Per far conoscere i "Parchi delle stelle" e per promuoverne la diffusione viene indetto ogni anno un concorso fotografico, a carattere nazionale, dedicato alle immagini che abbinano il cielo notturno ad elementi del paesaggio (profili di montagne o punti caratteristici dell'orizzonte, alberi, fiumi, laghi, edifici storici come castelli, torri ecc.) delle aree naturali protette. Si tratta di immagini che non richiedono particolari conoscenze tecniche o strumenti e nella cui realizzazione si può quindi cimentare chiunque.

La luce degli astri può facilmente essere raccolta sul fotogramma utilizzando una tradizionale macchina fotografica (munita del tasto "B") e pochi accessori, come un cavalletto ed un flessibile. Infatti sono necessarie delle lunghe esposizioni per poter impressionare la pellicola con la debole luce proveniente dalle stelle. Basterà mettere a fuoco all'infinito, porre il diaframma alla massima apertura oppure a scelta, scegliere una pellicola da 200 asa o anche più sensibile e infine selezionare la posa "B", cioè tempi di posa anche di diverse decine di minuti. Ogni traccia stellare sarà inoltre caratterizzata dal colore dell'astro, che dipende dalla sua temperatura superficiale. Con pose di una decina di secondi o meglio ancora utilizzando il moto orario per pose più lunghe si potranno invece ottenere delle immagini puntiformi delle stelle.

Il concorso è indetto dall'Osservatorio astronomico Serafino Zani e dai "Parchi delle stelle" e le immagini più belle verranno esposte nel sito www.parchidellestelle.it

Il concorso è diviso nelle seguenti sezioni:

Alla scoperta della Via Lattea
La nostra galassia, la Via Lattea appunto, è il simbolo dei luoghi non disturbati dall'inquinamento luminoso. Quando in cielo è visibile la Via Lattea significa che l'osservatore si trova in un sito particolarmente favorevole per lo studio del firmamento. Questa sezione sarà pertanto dedicata alle inquadrature di quei tratti della Via Lattea che sembrano toccano l'orizzonte.

Riconoscere le costellazioni
I frequentatori dei parchi sono invitati a tornare di notte nelle aree protette per imparare a riconoscere le costellazioni, in particolare nelle serate astronomiche organizzate con la collaborazione di appassionati e gruppi astrofili. Questa sezione è dedicata a quelle immagini che ritraggono una o più costellazioni sopra l'orizzonte nel momento in cui sono sorte o stanno per tramontare.

Gli spettacoli del cielo
Questa sezione è dedicata alle immagini che abbinano il paesaggio con i più importanti corpi celesti, come la Luna e i pianeti, o che sono state realizzate in occasione di congiunzioni, di eclissi, dell’apparizione di meteore, bolidi, comete e di altri eventi del cielo. E' sempre indispensabile che nell'immagine appaia anche l'orizzonte o altri elementi del paesaggio.

Paesaggi notturni e diurni a confronto
Questa sezione suggerisce di realizzare un'immagine notturna ed una diurna del medesimo paesaggio abbinato al cielo. Dovranno perciò essere inviate due fotografie. In questo modo il profilo notturno dell'orizzonte sarà messo a confronto con il profilo visto alla luce del Sole. Sopra l'orizzonte dell'immagine notturna faranno la loro comparsa le stelle o altri astri, mentre in quella diurna apparirà ad esempio il colore azzurro del cielo limpido o quello più colorato dell'alba o del tramonto.

Come partecipare al concorso

Per partecipare al concorso è sufficiente inviare n. 1 fotografia digitale, oppure stampata in un qualunque formato, allegando la scheda descrittiva, entro il 15 settembre di ogni anno, al seguente indirizzo:
Centro studi e ricerche Serafino Zani, Via Bosca 24 - C.P. 104, 25066 Lumezzane G. (Brescia), tel. 030/872164 - Fax 030/872545 – osservatorio@serafinozani.it



Premiazioni
La giuria del concorso, nominata dall’Osservatorio Serafino Zani, comunicherà in occasione della Giornata nazionale sull’inquinamento luminoso (ottobre) l’elenco delle opere migliori.

Scheda di partecipazione al concorso fotografico "I Parchi delle Stelle"

Nome e cognome ……………………………………………………………………………………………

Indirizzo…………………………………………………………………………………………………………..

Comune…………………………………………………………..C.A.P…………………………………….

Telefono………………………………………Mail…………………………………………………………..

Anno di nascita……………………………………..Professione…………………………………….
Caratteristiche tecniche della fotografia (obbiettivo, pellicola, esposizione, ecc.)

………………………………………………………………………………………………………………………….

Data della fotografia…………………………………………………………………………………………
Elementi riconoscibili del paesaggio, oppure località dalla quale è stata realizzata l'immagine, e soprattutto nome dell’area naturale protetta nella quale, o nei pressi della quale, è stata realizzata l’immagine.

……………………………………………………………………………………………………………………………………………….
Eventuale commento all'immagine.

Autorizzo l’Unione Astrofili Bresciani e il Centro Studi Serafino Zani al trattamento dei miei dati personali in conformità a quanto previsto dal Codice in materia di protezione dei dati personali (Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196).


FIRMA …………………………………………………………………………………

Inviare entro il 15 settembre la presente scheda al seguente indirizzo: Centro studi e ricerche Serafino Zani, via Bosca 24, 25066 Lumezzane.

Per saperne di più visita il sito : www.parchidellestelle.it