Le storie di Gemma: un concorso per le classi


Disegna le storie di Gemma e vinci "La stanza delle meraviglie"

Ascolta la storia di Gemma

Viaggio a Tromso con Gemma

Leggi le storie di Gemma

Scrivi a: [email protected]
Per ricevere gratuitamente le storie di Gemma da ascoltare. Nel messaggio di richiesta scrivi il nome della tua scuola, la tua età e, se vuoi, il tuo nome (facoltativo).
Quando le hai ascoltate Inviaci i tuoi commenti e disegni.


Gemma, Arturo, Flora, Massimo, Celeste, Aurora, Andrea e Michela sono i personaggi delle “Storie di Gemma”, destinate in prevalenza agli studenti della scuola Primaria. Insieme a loro conoscerete molti altri ragazzi, protagonisti in particolare dei racconti scritti per gli studenti della Scuola Secondaria di primo grado.

Gli argomenti scientifici sono il filo conduttore di tutte le storie, ma non solo quelli. Ci sono anche testi destinati ai più piccoli, dedicati a racconti fantastici, e storie sentimentali scritte per gli adolescenti.

I protagonisti di queste storie sono presenti anche nelle attività ludiche proposte durante i laboratori di “Scienza Giovanissimi”.

Le “Storie di Gemma”, da leggere o da ascoltare, vengono donate alle classi che partecipano ai laboratori di “Scienza Giovanissimi”.
Ogni anno vengono proposti dei nuovi racconti. Gli studenti sono invitati a fare dei disegni dedicati alle “Storie di Gemma”.

Le classi che invieranno i loro disegni al Centro studi e ricerche Serafino Zani potranno partecipare al concorso “Disegna le storie di Gemma” che mette in palio una spettacolare proiezione con il Planetario itinerante (versione “Stanza delle meraviglie”). Si tratta di una rappresentazione a 360 gradi, dedicata alle costellazioni ideate dai popoli del passato, che può avere luogo sulle pareti e sul soffitto di una qualunque stanza completamente buia.

La proiezione avrà luogo nella scuola che avrà presentato le opere più interessanti, scelte a insindacabile giudizio dagli organizzatori del concorso. Alla scuola vincitrice verrà richiesto di iscrivere almeno una classe all’Unione Astrofili Bresciani, salvo che una delle classi sia già associata.

Una selezione dei disegni verrà presentata durante la proiezione prevista a fine anno scolastico.

I disegni vanno inviati al Centro studi e ricerche Serafino Zani, via Bosca 24, 25066 Lumezzane. Per ulteriori informazioni tel. 030/872164.

Racconti per la Scuola dell’Infanzia

La scatola misteriosa
Una lente, un microscopio, un binocolo e una torcia elettrica. Ci sono solo questi strumenti nella scatola di Gemma?

Racconti per la Scuola Primaria

Gemma, Arturo e le stelle
Nelle serate primaverili Gemma va spesso al Parco dei Tigli con il nonno. C’è un angolo buio del giardino dove si possono vedere bene le stelle. Le loro preferite hanno dei nomi molto familiari.

In viaggio a Tromso con Gemma
Per quale motivo le famiglie di Gemma e della sua amica hanno organizzato un viaggio proprio a nord della Norvegia?

La vera storia della scatola misteriosa
Che cosa si nasconde nella scatola dove Gemma conserva i suoi strumenti ottici? Neppure Gemma lo sa, anche perché è una storia che sembra impossibile.

L’astronave che non si ferma mai
C’è un’astronave che non smette mai di vagare nello spazio. Quella dell’astronave che non fa mai fermate è la storia preferita da mamma Celeste, una delle tante che racconta al Planetario.

Il mercatino della scienza
L’interesse di Michela e Andrea per gli esperimenti scientifici risale a quella volta in cui da bambini ebbero un’idea veramente originale.

Racconti per le Scuole Secondarie di primo grado

Il diario segreto
L’amica di Gemma ha un fratello maggiore, Lorenzo. La sua fidanzata si chiama Elisabetta. I due ragazzi hanno un modo molto originale per scambiarsi i loro messaggi.
L’idea è venuta a Lorenzo che, fin da ragazzo, raccoglie i ritagli di giornale che riguardano le imprese spaziali. Ogni settimana li legge ad alta voce al suo amico Luciano, un ragazzo cieco.

Incontri sotto le stelle
Francesco, vicino di casa di Andrea, e Giulia, la cugina di Michela, si sono conosciuti sotto le stelle e da allora molti dei loro incontri si svolgono in compagnia della Via Lattea. Hanno anche uno speciale diario comune nel quale, da quando si frequentano, descrivono tutti gli spettacoli del cielo ai quali assistono. Hanno già osservato insieme una eclisse di Sole e hanno avuto la fortuna di vedere una vera pioggia di stelle cadenti e sperano di ammirare presto tanti altri eventi del cielo stellato.

Parole in dono
La casa di Loredana si trova nella stessa strada dove abita Gemma, mentre Emanuele vive in un appartamento sopra la libreria dei nonni di Gemma. Loredana ed Emanuele sono due splendidi ragazzi che non trascurano gli impegni domestici, così aiutano i loro genitori. Vorrebbero avere più tempo per stare insieme e hanno avuto una bella idea per sentirsi vicini anche quando devono occuparsi delle faccende di casa. Il tutto trae spunto dal modo molto originale con il quale Loredana fa compagnia alla nonna, ex-insegnante di scienze ora in pensione.

La fermata dell’autobus
Alberto e Valentina sono da poco tempo vicini di casa. All’inizio i due ragazzi hanno poche occasioni per conoscersi, ma tutto cambia dopo un casuale incontro al Parco dei Tigli.
Alberto studia fisica e vorrebbe occuparsi di imprese spaziali. Da quando ha scoperto la pattumiera di rifiuti spaziali che orbita attorno alla Terra si è convertito al riciclo minuzioso. Valentina dice che è un po’ maniaco, ma ormai ci ha fatto l’abitudine.

Le torte di Michela
Matteo ha un debole per Michela. Tutti e due hanno problemi di intolleranze alimentari. Matteo è così riuscito ad avvicinare Michela proprio con la scusa degli incontri del “laboratorio culinario”.

Ilands of stars (testo in inglese)
E’ il compleanno di Gemma. Mamma Celeste ha preparato un nuovo spettacolo per il Planetario. Ma la storia che ha per protagonisti Leo e Blanca è una sorpresa anche per Gemma. Alla prima proiezione sono invitati tutti gli amici della figlia.